Aspetti della liquidazione parziale diretta

May 22, 2024Di Primestudio SA

PS

L’acquisto di azioni proprie da parte della società stessa                          La recente riforma del diritto societario svizzero, in vigore dal 1° gennaio 2023, ha apportato modifiche significative riguardo all'acquisto di azioni proprie da parte delle società emittenti. Per una discussione più dettagliata su questo argomento, invitiamo i lettori a consultare l'articolo pubblicato dalla SUPSI su Novità Fiscali nell'aprile 2024, disponibile qui (https://novitafiscali.ch/articoli/2024/n4-aprile-2024/aspetti-della-liquidazione-parziale-diretta).

Questo articolo esplorerà tali modifiche, le implicazioni fiscali e i due scenari contrastanti emersi in seguito alla riforma.

Le Modifiche della Riforma del Diritto Societario
Prima della riforma, le azioni proprie erano considerate attivi di bilancio nel diritto societario, ma passivi nel diritto contabile. La riforma ha eliminato questa incongruenza, stabilendo che le azioni proprie devono essere registrate a bilancio come posta negativa del capitale proprio. Questo cambiamento riflette una maggiore coerenza tra il diritto societario e il diritto contabile, ma ha sollevato nuove problematiche fiscali.

Implicazioni Fiscali delle Modifiche
La principale problematica emersa riguarda la mancanza di norme precise volte a regolare le conseguenze fiscali per le imposte dirette. La questione è particolarmente rilevante per le società acquirenti di azioni proprie, poiché non è chiaro come queste dovrebbero essere trattate a fini fiscali.

Due Scenari Contrastanti
Si sono delineati due approcci contrastanti:

Posizione della CSI e dell'AFC: La Conferenza svizzera delle imposte (CSI) e l'Amministrazione federale delle contribuzioni (AFC) sostengono il mantenimento della prassi precedente, considerando le azioni proprie come attività nel bilancio fiscale. Questo approccio tende a mantenere una certa continuità con le pratiche fiscali antecedenti alla riforma.
Posizione del Tribunale Cantonale di Zurigo e del Tribunale Federale: Il Tribunale cantonale di Zurigo e, in parte, il Tribunale federale, sono inclini a un cambiamento nel trattamento fiscale che si basi sulle nuove norme stabilite nel CO. Secondo questa visione, le azioni proprie dovrebbero essere registrate come posta negativa del capitale proprio anche nel bilancio fiscale, riflettendo la nuova normativa contabile.


Esempi Concreti
Consideriamo una società che decide di riacquistare una parte delle proprie azioni. Secondo la prassi precedente sostenuta dalla CSI e dall'AFC, queste azioni sarebbero trattate come attività, incidendo sul bilancio fiscale in maniera simile a prima della riforma. Invece, seguendo l'approccio del Tribunale cantonale di Zurigo, le azioni sarebbero considerate una riduzione del capitale proprio, influenzando il calcolo delle imposte in modo diverso.

Suggerimenti Pratici per le Società                                                                    Consulenza Specializzata: È essenziale consultare un esperto fiscale per comprendere le implicazioni specifiche della nuova normativa sulla propria situazione aziendale.
Pianificazione Fiscale Attenta: Le società dovrebbero rivedere le proprie strategie di acquisto di azioni proprie alla luce delle nuove normative e dei due approcci fiscali contrastanti.
Monitoraggio delle Evoluzioni Normative: Restare aggiornati sugli sviluppi giuridici e fiscali è fondamentale per adeguarsi prontamente alle possibili modifiche nella prassi amministrativa e giurisprudenziale.

Conclusioni
La riforma del diritto societario svizzero ha introdotto cambiamenti significativi nella gestione delle azioni proprie, con rilevanti implicazioni fiscali. La mancanza di norme chiare ha generato incertezze, rendendo cruciale per le società una pianificazione attenta e una consulenza specializzata. Per qualsiasi domanda o per una consulenza personalizzata, non esitate a contattarci!

Siamo a vostra disposizione per guidarvi attraverso queste complesse problematiche.

Il Vostro Team Primestudio SA